Terminata la guerra con la sua scia di distruzione, morte ed atrocità, in tutta Torino la vita cercò di tornare faticosamente alla normalità. Anche per il Santuario vennero ripresi decisamente i lavori interrotti.
Sul bollettino di Settembre-Ottobre 1945 si legge: "..Per ringraziare il buon Dio, che per l'intercessione di Santa Rita li ha scampati dai mille pericoli della guerra, i Devoti della Santa hanno deciso di erigere nel santuario, l'altare del Sacro Cuore. L'idea ha incontrato generale consenso. L'Altare sarà innalzato al più presto e sarà grandioso e devoto, tale da testimoniare ai posteri quanto è grande la nostra riconoscenza per le grazie ricevute durante la guerra."[8]
Come era stato proposto, al termine della guerra esso venne innalzato in testa alla navata sinistra di fianco all’altare maggiore ed è certamente l’altare più curato nell’esecuzione. Oggi in esso è custodito il Santissimo Sacramento. Il pavimento è a mosaico e le pareti sono ricoperte di marmi intarsiati. Su di esse sono raffigurati i simboli della salvezza: la croce, la cerva che si abbevera alla sorgente e l’agnello sacrificale, rendendolo così veramente degno del suo compito di custode discreto e raccolto del Pane di Vita.
Le vetrate delle finestre vennero eseguite insieme a tutte le altre del santuario, ottenendo così uniformità di esecuzione.
Sull’altare troviamo una tavola del prof. Dalle Ceste raffigurante il Sacro Cuore di Gesù circondato da angeli e santi. Questi ultimi sono San Giovanni Evangelista, Sant’Alfonso Maria de’ Liguori, Santa Margherita Maria Alacoque e Santa Maria Maddalena. E’ l’unico dipinto del santuario su tavola (panforte rinforzato), poiché le pale degli altri altari sono su tela.

×
COOKIES

Questo sito non utilizza alcun cookies di profilazione.

Sono invece utilizzati cookies normali per la navigazione sul nostro sito.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies.

Anche le informazioni inviate nel modulo contatti saranno strettamente private e non cedute a terzi per scopi pubblicitari o diversi.

AVVISIAMO TUTTI I VISITATORI CHE LA CHIESA DI SANTA RITA DI TORINO

NON EFFETTUA ALCUNA RICHIESTA DI DENARO VIA EMAIL.

EVENTUALI RICHIESTE FRAUDOLENTE SONO DA CESTINARE IMMEDIATAMENTE.

GRAZIE PER L'ATTENZIONE E BUONA NAVIGAZIONE

×

Benvenuti e buona navigazione